Gennaio 21, 2016

Arrosto alla senape

By serena

L’arrosto alla senape è uno dei miei piatti forti.

Tra i miei piatti più apprezzati, sia da palati fini e giovani che da palati old style come mio padre, perchè è un piatto tradizionale e a far da protagonista è la salsina alla senape che, se fatta delicata, è da leccarsi i baffi. Io di solito uso la lonza di maiale, ma potete prepararlo con qualsiasi tipo di carne: maiale, pollo, tacchino, vitello,  Provate a prepararlo e vi assicuro che farete un figurone.

Ingredienti:

  • 1 Arrosto di vitello oppure 1 lonza di maiale, per il tacchino e il pollo è a piacere.
  • 4 cipolle o 8 cipollotti
  • vino bianco
  • senape di Digione
  • 1 confezione di panna o 1 bicchiere di latte
  • rosmarino
  • olio
  • sale
  • pepe
  • dado(a piacere)

Per prima cosa prepariamo la marinatura dell’arrosto. L’arrosto andrebbe marinato la sera prima ma anche 4 ore prima della cottura andrà bene.

Versiamo mezzo barattolo di senape di Digione in una ciotola, aggiungiamo un po’ di sale, pepe, 4 cucchiai di olio e del rosmarino, poi prendiamo la carne, fatevela legare magari con qualche rametto di rosmarino, salatela e pepatela da entrambi i lati e con un pennello ricopritela con la marinatura. Lasciatela in frigo fino a quando dovrà cuocersi.

Arrosto alla senape

Prendete le cipolle e tagliatele, devono essere tante e tagliate grossolanamente, oppure potete prendere dei cipollotti (che preferisco); fate soffriggere la cipolla in una casseruola alta e poi fate rosolare l’arrosto da entrambi i lati e sfumate col vino bianco. Aggiungete un po’ di acqua se si asciuga subito. Coprite con un coperchio. Dopo 10 minuti aggiungete l’altra senape rimasta nel barattolo e unite mezza confezione di panna o un bicchiere di latte. Questo serve ad addolcire il sapore forte della senape, quindi è a vostra discrezione, io ne metto anche meno. Se vedete che si asciuga troppo, aggiungete del brodo fatto con dado. Con un coltello incidete la carne.

Per la cottura minimo 1h e 30.

 

Share