Pilates mon amour #1

Ebbene sì, chi mi conosce non lo direbbe ma ho cominciato un corso in palestra. Voi penserete “che c’è di male? Non sei la prima”, la cosa interessante è che intendo continuare a seguire il corso.Il corso in oggetto è PILATES. Fortuna ha voluto che nella mia nuova casa da femmina sposata, ho la palestra praticamente sotto casa, questo è un punto molto a favore; in primavera avevo intrapreso un’attività di camminata ma in inverno non è il caso di proseguire queste lunghe camminate di un’ora. Camminare fa bene, e fa anche perdere peso, due mesi prima del matrimonio, tempo libero permettendo, andavo a camminare quasi ogni giorno, che dire sono arrivata al matrimonio sicuramente meno stressata di quanto si dice 🙂

Ma veniamo a noi stavo parlando di pilates, che non è una ginnastica spagnola come molti pensano, ma il suo nome è dovuto al suo inventore Joseph Pilates che agli inizi del 900 è diventato famoso per il suo metodo.

Synapsy Studio Pilates Latina - Joseph Pilates 2

Nato nei pressi di Düsseldorf, da genitori di discendenza greca e tedesca, Joseph Hubertus Pilates si convinse che il moderno stile di vita, la pessima postura e la respirazione inefficace fossero le cause di una salute precaria. Suo padre era un ginnasta di origini greche vincitore di premi e sua madre una naturopata di origini tedesche. Originariamente il suo nome veniva pronunciato seguendo la derivazione greca di “Pilatu” ma poi venne cambiato in “Pilates”. Questo causò a Joseph bambino molta pena perché i bambini più grandi lo sbeffeggiavano chiamandolo “Ponzio Pilato, l’assassino di Cristo”.

Joseph da giovane soffriva di asma, rachitismo e febbre reumatica. Per superare sia gli effetti di questa salute precaria sia lo sbeffeggiamento degli altri bambini, studiò culturismo, tuffi, sci e altre tecniche di ginnastica e sviluppò una serie di esercizi.

Pilates si trasferì in Inghilterra nel 1912 e lavorò come pugile, circense e allenatore per la difesa personale dei detective inglesi. Quando, durante la Prima guerra mondiale, fu internato in un campo di prigionia a Lancaster con altri tedeschi come “nemico straniero”, Pilates passò il tempo a sviluppare ulteriormente i suoi esercizi tecnici.

Nel 1926 emigrò a New York e fondò uno studio con sua moglie Clara, insegnando esercizi a diversi danzatori inclusi Martha Graham e George Balanchine come pure ad attori e atleti. Inventò anche un macchinario per esercizi da attaccare con delle molle ai letti di ospedale per pazienti immobilizzati. (fonte wikipedia).

Il Pilates o si odia o si ama, in quanto non è un classico corso di step, aerobica, o più attuale come zumba dove la musica da disco o latino americana è il ritmo di movimenti d’anca, tette e culo di un gruppo di donne stressate(e spesso esaurite) che sono convinte che solo sudando si può perdere peso. Il Pilates si basa sulla ginnastica posturale, i muscoli posturali sono quei muscoli che aiutano a tenere il corpo bilanciato e sono essenziali a fornire supporto alla colonna vertebrale, unita a una corretta respirazione, la musica è soft.

  In particolare, gli esercizi di Pilates fanno acquisire consapevolezza del respiro e dell’allineamento della colonna vertebrale rinforzando i muscoli del piano profondo del tronco, molto importanti per aiutare ad alleviare e prevenire mal di schiena, e io di mal di schiena ne so qualcosa. Con questo metodo di allenamento non si rinforzano solo gli addominali ma si rinforzano anche le fasce muscolari più profonde vicino alla colonna e intorno alle pelvi.  Il punto cardine del metodo è la tonificazione e il rinforzo del Power House, cioè tutti i muscoli connessi al tronco: l’addome, i glutei, gli adduttori e la zona lombare.

Ma il pilates fa dimagrire?

In generale la risposta è sì perché gli esercizi permettono di allenarsi e potenziare alcune fasce muscolari. Per beneficiare dell’efficacia del pilates, tuttavia, è opportuno associare alla disciplina una dieta sana ed equilibrata, come per tutte le attività sportive.

Il pilates può essere fatto sia con il reformer, uno speciale macchinario con molle per aiutare a modellare il corpo ma anche senza macchinari, semplicemente a casa vostra, con una fitball e senza. E’ ottimo per bruciare i grassi, per modellare il fisico ma anche per acquisire più mobilità. Prossimamente  vi mostrerò  qualche esercizio semplice da fare a casa, con 2 o 3 sedute di lavoro settimanali consigliate per vedere i primi risultati.

Il Pilates è molto di moda tra le celebrità, mi viene in mente Elena Santarelli che posta su instagram foto mentre fa pilates con il reformer; Sharon Stone e Madonna si mantengono in forma con il metodo Pilates MAT 4 ME, Hillary Duffe, la modella più pagata al mondo Gisele Bunched, Pippa Middelton, Laura Torrisi e persino Belen.

 

Share

1 opinión en “Pilates mon amour #1”

Make up palestra: qualche consiglio | DcomeDonna

[…] quando ho deciso di iscrivermi in palestra (due giorni pilates e altri due giorni giorni un po’ di cardio fitness), sono andata incontro a un piccolo […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito web utilizza i cookies. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi