Ricetta friselle senza glutine

La frisella o frisa, è un tipico prodotto pugliese, soprattutto salentino ma è usato anche in Campania, Basilicata e Calabria. Nella mia zona di origine, a pochi km da Salerno, un paese tra i monti picentini si usa fare il pane a biscotto, prodotto molto simile alla frisella in quanto si procede alla doppia cottura per biscottare il pane. Mentre la frisa è un tarallo, diviso a metà, e cotto due volte prima intero e poi appunto diviso, per il pane a biscotto, detto pane tuost, si procede con la cottura di un’intera panella di pane per poi dividerla in pezzi, detti mascuotti, e bis-cottarli in forno.

Ricordo quando ero piccola e spesso i miei genitori con i miei nonni e zii paterni, venivano invitati dai parenti col forno a legna e si facevano le pizze, in quell’occasione ricordo la produzione casalinga del nostro “pan tuost” che sarebbe stato sulle nostre tavole principalmente d’estate. Quindi nella mia zona principalmente viene consumato il pane a biscotto, tanto che vi sono delle ciotole con sopra un piatto bucato dette appunto “sponzapane”.

sponzapane

Il pane a biscotto come la frisella è ottimo per accompagnare insalate estive a base di pomodori, cetrioli e mozzarella, ma buono anche in inverno nelle zuppe di legumi. Di solito la frisa e il mascuotto di pane, vengono leggermenti bagnati ma nelle zuppe ad esempio, io non le bagno.

Essendo celiaca, ho trovato alcune friselle glutenfree, ma nessuna ha mai soddisfatto in pieno i miei gusti, alcune che bagnate si riempieno troppo di acqua e si sfaldano, altre troppo dure, quindi da un po’ che ho deciso di farmele a casa.

friselle senza glutine

Ecco la mia ricetta collaudata.

Ingredienti per 32 friselle:

  • 450 gr di farina senza glutine per pane, io uso il mix B della Schar oppure la farina Caputo
  • 50 gr di grano saraceno
  • 400 gr di acqua
  • 80 gr di olio evo
  • una bustina di lievito di birra mastrofornaio
  • un cucchiaio di sale
  • un cucchiaino di zucchero
  • farina di riso per lavorare l’impasto

Procedimento.

In una ciotola con l’aiuto del cucchiaio formo il panetto mescolando la farina, il lievito, lo zucchero con l’acqua un po’ alla volta, poi aggiungo sale e olio. Con l’aiuto della farina di riso o mais, lavoro l’impasto sul tavolo e faccio il panetto che metto a lievitare per 2 ore. Dopo di che faccio le ciambelline, o taralli, che posiziono sulla teglia con carta forno e lascio lievitare minimo un’altra ora.

Accendo il forno a 220 gradi, poi abbasso a 180 e inforno le ciambelline per 30 min, le tolgo dal forno faccio raffreddare un po’ e poi le divido in due orizzontalmente, cuocio in forno per altri 30 min a 180 gradi poi 20 min a 140. Questo dipende dal forno ma più o meno questi sono i tempi per biscottare. Le friselle si conservano nelle buste di plastica.

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito web utilizza i cookies. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies. more information

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi