Babà rustico la ricetta di Dcomedonna. Torta salata soffice

Del babà io amo solo la versione salata, il babà è un dolce che non ho mai amato nè per la presenza del rum nè per l’impasto quindi su questo blog non vedrete mai pubblicata una ricetta dolce.

Il babà salato è un rustico molto versatile perchè potete farcirlo come preferite, dalla versione classica con formaggi e insaccati all’aggiunta di olive oppure verdure come cime di rapa, scarola, pomodori secchi; con questo rustico potete davvero sbizzarrirvi. Il babà rustico è adatto a grandi e piccini e farete un figurone durante i vostri buffet o potete servirlo tra gli antipasti per un pranzo o cena con amici. Non richiede molto tempo per la preparazione, ovviamente ha bisogno di lievitare.

Share

Rotolo alla nutella ricetta facile e veloce

E’ domenica, siete a casa al calduccio e vi godete la vostra giornata di riposo, ecco la voglia di dolce ma soprattutto la voglia di nutella… il rotolo alla nutella è la ricetta salva domenica.

Chi non ha in casa uova, zucchero, farina e un barattolo di nutella? Questi sono gli ingredienti per la golosità che vi sto presentando. Un dolce per grandi e piccini, molto veloce da preparare. La base biscottata potete usarla per farcire il vostro rotolo come volete: marmellata, crema al mascarpone, crema al caffè, la famosa farcitura con panna e fragole o semplicemente con della crema al limone.

La ricetta del rotolo alla nutella non prevede nessuna bagnatura essendo molto sottile e morbido ma mi è capitato di preparare una versione al “tiramisù” dove ho bagnato con caffè la base e ho farcito con crema al mascarpone, con o senza uova. onPotete bagnarla c acqua e un po’ di straga, insomma la ricetta base del rotolo è molto versatile, come quella con base al cioccolato e ripieno di mascarpano zuccherato. Questa che vi presento è la ricetta della base con ripieno semplice alla nutella.

Share

Semifreddo al caffè con base al cioccolato

Che dire, il mio esperimento di semifreddo al caffè con base al cioccolato è riuscitissimo! Questo dolce, oltre ai like su facebook per la bellezza della presentazione, ha riscosso tantissimi complimenti per la sua bontà, è davvero buonissimo.

Il dolce nasce da una mia idea di ricette “rubate”, tempo fa vidi una ricetta con una base al cioccolato senza farina che veniva usata per un dolce simile, io l’ho usata per farne una sorta di cheesecake al caffè ma il risultato è semplicemente un semifreddo caffè e cioccolato. La farcitura è semplice e potete personalizzarla e modificarla, creando anche altri gusti, se ad esempio non vi piace il caffè potete eliminarlo ma il connubio cioccolato/caffè è davvero super.

Share

Salad in a Jar: la nuova idea per il pranzo in ufficio portato da casa

A Milano esiste la schiscetta, in America lunch in the box, bentobako alla giapponese, in Italia è conosciuto come la gavetta, insomma portarsi a lavoro il pranzo da casa non è più un ripiego da sfigati, ma oltre che economico è diventato chic e di moda.

Oggi vi presento un’alternativa  di “confezionamento” del vostro pranzo fatto in casa da portare dove volete, non solo a lavoro ma l’idea è carina anche per un pic nic o una gita fuori porta.

Salad in a Jar l’insalata preparata nel barattolo di vetro.

La Sald in a Jar è di moda in America, in pratica è un’insalata composta non solo da verdure ma anche pasta, riso, legumi, frutta e cereali, con alla base il condimento, il tutto conservato nel classico barattolo di vetro, che al sud si chiama “boccaccio”; all’occorrenza si gira il barattolo e si versa nel piatto e…voilà la vostra insalata è pronta. La conservazione nel vetro è migliore che nel classico contenitore di plastica, il risultato è gradevole non solo al palato ma anche alla vista, in quanto le salad in a jar, vengono composte a strati per poi mescolare il tutto nel piatto.

Share

A pizza chiena la versione con il riso bontà e tradizione

A Pizza Chiena il piatto rustico per eccellenza della tradizione campana nel periodo pasquale.

A pizza chiena è uno dei piatti della tradizione campana che si prepara nel periodo pasquale, è la torta salata per eccellenza in questo periodo, perchè a differenza del tortano e del casatiello, si prepara in tutta la Campania, con annesse varianti e ricette della zona. La pizza chiena è un rustico originario dell’età borbonica, che aveva alla base la pasta tipo brisè o frolla, il ripieno è fatto da uova, formaggi, salumi, pepe.

In Campania esistono molte ricette di pizza chiena, basta spostarsi di zona in zona per captare le varianti e gli impasti un po’ diversi, ad esempio qui a Venticano in provincia di Avellino, dove vivo adesso,  è già diversa da quella della zona salernitana in quanto non vengono aggiuinti salumi ma solo formaggi, e da paese a paese cambia anche l’impasto. Di base, la pizza chiena è un rustico ripieno di formaggio, salame e uova ma in alcune zone del salernitano ad esempio,  si usa riempirla anche con verdure, tipo ‘a menestra nera o con la scarola. Un’altra cosa che può variare è la forma, c’è ad esempio chi la fa rotonda tipo torta(a Venticano si fa così), chi la fa come un calzone come nella zona di Pontecagnano e anche del vallo di Diano.

Share

Panini al latte con lievito madre, soffici e buonissimi

Sapete bene che sono una amante della panificazione e della lievitazione, da te ho preparato e mi sto curando il lievito madre che(poi ci farò un bel post), se non usato, ha bisogno di essere rinfrescato almeno una volta ogni 7 massimo 10 giorni. A volte mi dispiace rinfrescare il mio lievito e non usarlo, quindi dopo la rinfrescata settimanale mi piace fare o sperimentare qualcosina. Stavolta ho provato a fare i panini al latte.

Avete presente quei panini soffici che sono presenti su tutti i buffet di feste di compleanno? Di solito ci sono quelli all’olio e quelli al latte, bene, la ricetta di oggi presenta questi paninetti molto versatili in quanto potete farcirli sia con il salato che con il dolce, tipo la nutella. Non essendo una golosa di pane e nutella, ho realizzato i miei panini al latte diminuendo la dose di zucchero che la ricetta prevede, li ho personalizzati con semi di papavero e sesamo per dargli un tocco “salato” in più.

La ricetta dei miei panini al latte con il lievito madre.

Share

Coleslaw l’insalata di cavolo cappuccio crudo

Ecco a voi un’altra ricetta d’origine anglosassone facile da preparare e sfiziosa. Coleslaw o semplicemente slaw, è l’insalata a base di cavolo cappuccio crudo diffusa negli Stati Uniti d’America e in Inghilterra. Io la mangio ogni volta che vado a Londra, è un’insalata che viene servita per accompagnare piatti di hamburger che di solito non è mai servito da solo, ad esempio con coleslaw e patatine fritte..

Gli ingredienti base sono il cavolo cappuccio e le carote, tagliati entrambi molto sottili ai quali viene aggiunta una salsa o dressing.

Ingredienti:

  • cavolo cappuccio
  • carote
  • maionese 3 cucchiai
  • yogurt greco 150 gr
  • 1 cucchiaino abbondante di senape
  • 2 cucchiai di aceto bianco
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • sale
  • pepe
  • erba cipollina
Share

Yogurt greco, ricetta Tzatzichi e salsa semplice allo yogurt

Rispetto allo yogurt normale, lo yogurt greco si differenzia per il procedimento della sua produzione e per composizione; ovvero lo yogurt greco subisce un processo di filtrazione in più rispetto a quello normale, in modo da eliminare più siero possibile, questo procedimento dona allo yogurt greco più consistenza e cremosità.Lo yogurt greco è quindi  indicato nelle diete dimagranti sane come sostituzione di golosità, in quanto oltre a contenere meno siero, conteniene meno lattosio, meno sodio e meno zuccheri rispetto allo yogurt normale. Lo yogurt è da preferire nelle diete iposodiche perché contiene la metà del sodio contenuto in una vasetto di yogurt normale, circa 50 milligrammi per porzione. Rispetto allo yogurt normale quello greco contiene anche la metà dei carboidrati, da 5 a 9 grammi per porzione rispetto ai 13-17 grammi contenuti in quello normale. Lo yogurt greco contiene quasi il doppio delle proteine dello yogurt normale. La differenza calorica con quello normale è minima, mentre a livello di grassi quello greco ne contiene una percentuale maggiore, 4,5 grammi rispetto agli 1,5 di quello normale; questo non deve trarre in inganno perchè ricordiamoci che nelle diete dimagranti non bisogna eliminare i grassi sani, come quelli provenienti da latticini e pesce, basta non superare il 30% del fabbisogno calorico giornaliero proveniente dai grassi.

Dopo la doverosa presentazione dello yogurt greco e delle differenze con quello normale, più comune, ecco qualche suggerimento sul suo impiego in cucina: a colazione con frutta o muesli, per preparare un dolce al cucchiaio, in aggiunta agli impasti dei dolci in sostituzione del latte, per preparare gustose e leggere salsine di accompagnamento carne, pesce e verdure.

Share

Dolce in tazza al cioccolato ricetta e varianti

Navigando sul web spesso ho trovato ricette e immagini di dolci cotti al micronde nella versione monoporzione in tazza. Oggi ho voluto sperimentare qualche ricetta e fare la mia valutazione. Che dire è un dolce da mangiare caldo, che si cuoce in 1 minuto circa alla massima potenza in micronde, l’impasto si fa in 5 minuti; potete preparare le vostre tazze e cuocere il dolce al momento se avete ospiti a cena o amiche per un thè.Ho provato a fare la ricetta base, ma ho già pensato a varianti per renderlo meno secco; il dolce in tazza si presenta come un muffin o cupcake ma al cucchiaio, quindi sarebbe più goloso l’effetto sorpresa quando ci si affonda il cucchiaiano dentro.

Share
naked-cake-con rose

Naked Cake al cioccolato, per una festa o come wedding cake

La mia prima naked cake.

Oggi ho voluto provare a fare per la prima volta una naked cake, letteralmente torta nuda, cioè una torta decorata “a vista” semplicemente con fiori o frutta fresca.Dopo il boom delle torte decorate con la pasta da zucchero, che hanno preso il sopravvento alle classiche torta da pasticceria decorate con panna e glassa; la naked cake è sicuramente un’alternativa chic.

Le prime naked cake le ho viste l’anno scorso quando navigavo spesso per scegliere la nostra wedding cake, devo dire che sono rimasta colpita dalla bellezza di queste torte che sembrano quasi  “imperfette” ma allo stesso tempo sono delizione; sono torte dal sapore retrò e rustic chic.

Share

Jacket Potato: le patate in “giacchetta” cotte al forno con la buccia

Se fate un viaggio alla scoperta di Londra o dell’ Inghilterra, tra i piatti tipici english c’è la jacket potato, letteralmente patate in giacchetta. Sono delle patate cotte al forno con la buccia, poi vengono incise e farcite, di solito si usa un po’ di burro e il formaggio cheddar oppure jacket potato and breans(fagioli).

Le jacket potatoes, fanno parte dei piatti tipici inglesi; insieme al fish&chips (filetto di pesce di solito merluzzo impanato e fritto e patate fritte), al full english breakfast (il classico breakfast inglese, con pane tostato, fagioli con pomodoro agrodolce,uova, salsiccia, pancetta), sausages and mash(salsicce di maiale e purea di patate), alla pie (dei tortini di pasta brisè ripieni), agli hamburger e i roast beef, sono tra le cose che dovete assaggiare se vi capita di trovarvi a Londra.

jacket-potato-2

Share

Arrosto alla senape

L’arrosto alla senape è uno dei miei piatti forti.

Tra i miei piatti più apprezzati, sia da palati fini e giovani che da palati old style come mio padre, perchè è un piatto tradizionale e a far da protagonista è la salsina alla senape che, se fatta delicata, è da leccarsi i baffi. Io di solito uso la lonza di maiale, ma potete prepararlo con qualsiasi tipo di carne: maiale, pollo, tacchino, vitello,  Provate a prepararlo e vi assicuro che farete un figurone.

Ingredienti:

  • 1 Arrosto di vitello oppure 1 lonza di maiale, per il tacchino e il pollo è a piacere.
  • 4 cipolle o 8 cipollotti
  • vino bianco
  • senape di Digione
  • 1 confezione di panna o 1 bicchiere di latte
  • rosmarino
  • olio
  • sale
  • pepe
  • dado(a piacere)
Share

Come pastorizzare le uova senza termometro

Il consumatore di oggi è un consumatore più attento, sceglie con cura e attenzione gli ingredienti, ne controlla l’origine, la stagionalità, l’apporto calorico e, consapevole dei rischi, osserva con scrupolosità alcune tecniche utili per la consumazione in sicurezza. L‘utilizzo alimenti crudi come le uova può far incorrere in alcuni rischi per la salute.Tra i vari procedimenti che si possono usare in cucina, c’è la cosiddetta pastorizzazione, un processo che consente di abbattere la carica batterica presente in alcuni alimenti, nel momento in cui debbano essere usati crudi all’interno di una ricetta.

Share

Pasta con ceci ,merluzzo,broccoletti e pomodorini

Oggi vi presento una ricetta elaborata da me per un pranzo invernale con amici. E’ un primo piatto molto ricco, diciamo che è un piatto unico perchè prevede pasta, pesce, legumi e verdure. Leggendo la ricetta potete notare che ho trovato ispirazione nel classico “lagane e ceci”, un primo piatto della tradizione campana e lucana. Ricordo quando i il nonno e la nonna insieme preparavano questo piatto, facevano a mano le lagane, con amore e complicità preparavano questo piatto per i loro figli e nipoti. Alla tradizione ho voluto aggiungere i broccoletti che adoro, e il merluzzo che di solito si prepara come secondo piatto e lo trovo poco nelle ricette dei primi.

Share

Cioccolatini al cocco fatti in casa, buoni e veloci

Questi cioccolatini sono buonissimi e pronti in 2 minuti, facili da fare possono essere serviti a fine cena, con un caffè o thè e perchè no prepararli per inserirli nelle calze della Befana.

Ingredienti

– 1 cucchiaio di zucchero
– 25 gr di burro
– 100 gr di cocco grattugiato

-250 gr di cioccolato fondente
– 50 ml di latte

Preparazione:

Mette il burro sul fuoco e scioglietelo dolcemente: aggiungete lo zucchero e il latte e lasciate sul fuoco il tempo necessario affinché lo zucchero si sciolga completamente.  Aggiungete quindi il cocco grattugiato (lasciatene da parte un paio di cucchiai per la decorazione) e otterrete un’impasto di cocco.

Create con le mani della palline e distribuitele su una teglia ricoperta con la carta da forno e mettetele in freezer per una decina di minuti. Nel frattempo fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente: infilzate quindi con uno stuzzicadenti e immergete le palline di cocco nel cioccolato.

Adagiate le palline coperte di cioccolato sul vassoio utilizzato precedentemente e fate cadere a cascata il cocco che avete avanzato. Lasciate asciugare ancora qualche minuto e i cioccolatini sono pronti!

Share