Regali di Natale: consigli e idee low cost degli ultimi giorni

Per quanto riguarda i regali di Natale ci sono due tecniche adottate, quella di partire ad acquistare con largo anticipo rischiando di non trovare in giro idee carine di packaging e quelli dell’ultima ora che designano la vigilia di Natale il giorno perfetto per trovare il regalo giusto(dico io non l’hai trovato in tutto sto tempo pensi di trovarlo oggi?); ovviamente c’è chi lo fa per motivi di lavoro chi per abitudine anche se ultimamente i più internautizzati acquistano direttamente dagli e-commerce i regali per i propri cari.

Per quanto mi riguarda io faccio parte di una terza categoria, quella della via di mezzo, sono una patita dello shop on-line ma non sono difficile nell’acquisto dei regali di Natale, lascio allo shop on line solo qualcosa e acquisto con largo anticipo. Nei primi giorni del mese di dicembre  scrivo una lista delle persone a cui fare i regali con accanto già qualche idea e posto dove acquistare; in questo modo cerco di ottimizzare i tempi e una settimana prima dedico 1 massimo 2 giorni all’acquisto di tutti i regali. Per le persone a cui non ho pensato a nulla cerco di aiutarmi e farmi ispirare dai regali a cui ho già pensato. Ci sono poi i cambi di programma, magari per una persona ho pensato ad un regalo e andando in giro trovo una cosa che mi fa pensare a questa persona quindi, se non ho già acquistato, cambio regalo, se ho già acquistato ho due tecniche: designare il regalo già preso ad un’altra persona oppure appuntare su un foglio il regalo nuovo in modo da usarlo come idee per l’anno prossimo.

Natale è alle porte e questo post è per la categoria di coloro che si riducono all’ultima ora per i regali.

Share

Make up palestra: qualche consiglio

Da quando ho deciso di iscrivermi in palestra (due giorni pilates e altri due giorni giorni un po’ di cardio fitness), sono andata incontro a un piccolo problemino di “bellezza”. Premetto che sono una patita di make up e prodotti di bellezza ma non sono la tipa che “non esce MAI senza” o sta in casa truccata per accogliere il postino. Ho notato che in palestra le donne ci vanno truccate, almeno il 90%, e con mio grande stupote questo 90% è composto da ragazzine. Ora capite bene che pur non amando fare ginnastica con quintali di fondotinta, cipria, mascara e matita dovevo ovviare al mio problema “occhiaie” che poi occhiaie vere e proprie non sono le mie, il mio è un contorno occhi (quindi anche la palpebra) più scuro, dovuto alla carnagione olivastra. D’estate questo problema non sussiste, abbronzandomi il colorito del mio viso diventa omogeneo; niente fondotinta, niente correttore!

Share