Lo stile Grande Gatsby per le tue nozze anni ’20 ma non solo…

Nozze in stile Grande Gatsby per un matrimonio all’insegna dell’eleganza, del lusso e della raffinatezza degli anni ’20.

Gli anni ’20 sono gli stati gli anni delle feste per eccellenza ecco perchè sono adattissimi per trarre ispirazione per il vostro matrimonio: lusso, eleganza, opulenza e raffinatezza. Gli anni ’20 sono quelli di Coco Chanel, del charleston e del jazz, delle pailettes, delle piume, perle e dei capelli a caschetto; gli anni in cui è ambientato il famoso libro Il Grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald, portato alla ribalta dal film omonimo del 2013 del geniale Baz Lurman, vincintore di ben due premi Oscar 2014 nelle sezioni Migliore Scenografia e Migliori Costumi, che oltre ai costumi fantastici e le bellissime scenografie ha delle musiche molto belle.

Lo stile Grande Gatsby proprio perchè è il regno delle feste lo si può scegliere per qualsiasi altro evento che preveda un festeggiamento: compleanni, feste in maschera; potete sceglierlo per una festa di inaugurazione o semplicemente se avete voglia di far baldoria, il risultato sarà sicuramente quello di lasciare a bocca aperta i vostri invitati.

Share

Wedding bag per stupire e coccolare gli invitati al matrimonio

Futuri sposi, come per ogni cosa, ciò che farà la differenza al vostro matrimonio sarà la cura dei particolari.

Il saper stupire gli invitati renderà il giorno delle voste nozze, unico e indimenticabile, non solo per voi.

Il matrimonio è sicuramente il vostro giorno, i protagonisti sarete voi; gli sposi saranno i più eleganti, i più fotografati, i più belli e radiosi, quelli più felici; ciò non toglie che per essere indimenticabile un matrimonio lo deve essere anche per i vostri invitati, è bello e gratificante che le vostre nozze siano ricordate come un giorno piacevole e divertente, ricevere i complimenti durante la vostra festa renderà il tutto ancora più bello, parola di sposa gratificata. Ecco perchè la cura del dettaglio e i particolari, renderanno quel giorno “diverso” da tanti altri matrimoni. Il trucco è personalizzare le proprie nozze, ciò non significa ostentare o strafare con limusine o carrozza, con volo di colombi, o 20 ore di festa con accozzaglia di intrattenimento per portare voi e gli invitati allo sfinimento; significa avere cura dei propri invitati, agevolandoli, e mettendoli a proprio agio, capire i si e i no. Un centro tavola ingombrante, non farà la differenza se ad esempio mancano le istruzioni per raggiungere la location, oppure se la sposa si fa aspettare troppo o l’orario della messa è inadatto al periodo in cui ci si sposa. Per questo motivo tengo sempre a dare il consiglio di organizzare le proprie nozze in largo anticipo, in modo che col tempo si possono valutare con calma tante cose, senza arrivare all’ultimo momento stressati perchè si sta ancora decidendo sul da farsi.

Wedding bag, why not?

Share

Matrimonio:Rito civile, rito religioso e matrimonio concordatario

Secondo l’Instat nel 2014 sono stati celebrati in Italia 189.765 matrimoni, circa 4.300 in meno rispetto all’anno precedente. Ancora una flessione, dunque, ma quella osservata nell’ultimo anno è la più contenuta dal 2008. A diminuire sono soprattutto le prime nozze tra sposi di cittadinanza italiana: 142.754 celebrazioni nel 2014. Diminuisce anche la propensione a sposarsi. Nel 2014 sono stati celebrati 421 primi matrimoni per 1.000 uomini e 463 per 1.000 donne, valori inferiori rispettivamente del 18,7% e del 20,2% rispetto al 2008. Al primo matrimonio si arriva sempre più “maturi”: gli sposi hanno in media 34 anni e le spose 31. Quasi un matrimonio su due non è religioso, crescono le convivenze mentre i divorzi calano per colpa della crisi.

In Italia sempre più coppie scelgono di sposarsi con il rito civile, soprattutto a nord, mentre il sud rimane fortemente legato al classico matrimonio in chiesa con effetti civili.

Share

Le pubblicazioni, la promessa di matrimonio

Le pubblicazioni prima del matrimonio ovvero la promessa di matrimonio, sono necessarie sia per il rito civile che per il matrimonio concordatario.

Che il vostro sia un matrimonio con rito civile o concordatario, occorre che la celebrazione del matrimonio sia preceduta dalle pubblicazioni (per molti conosciuta come promessa di matrimonio) da effettuarsi, oltre che presso  la casa comunale secondo le norme del codice civile e dell’ordinamento di stato civile anche presso la parrocchia di entrambi gli sposi, nel caso di matrimonio concordatario.La sua funzione è quella di portare a conoscenza dei terzi l’intenzione degli sposi di contrarre matrimonio e di consentire alle persone legittimate di fare eventuale opposizione al matrimonio.

Share

Matrimonio, la scelta della data giusta

Mi è capitato di conoscere persone, per lo più donne, che  hanno scelto da tempo  la data o periodo in cui sposarsi, il motivo può essere vario per una ricorrenza, un anniversario, un compleanno. In verità anche io sognavo di sposarmi nel mese di settembre, come i miei genitori, un sabato pomeriggio di metà settembre al tramonto della costiera amalfitana, poi ho sposato un irpino, mia sorella è andata a vivere a Londra  e…ma questa è un altro sogno, ops storia.

Quando ci si imbatte nell’organizzazione di un matrimonio, del proprio matrimonio, si deve partire dal presupposto che ogni scelta va presa con criterio e non perchè una cosa è di moda, potrebbe essere bella per voi ma scomoda per tanti..

 E’ sempre possibile sposarsi nel giorno in cui si desidera?

Share

Futuri sposi, consigli utili e qualche dritta per il matrimonio dei vostri sogni

Mancano pochi mesi alla stagione dei matrimoni 2016, maggio, giugno, luglio agosto e settembre i mesi preferiti dalle coppie per sposarsi. Dicono che ci si sposa sempre meno, guardando in giro anche su facebook, ho la sensazione che ciò che si dice sia falso. Il giorno del “nostro” matrimonio dovrà essere perfetto, è il sogno di ogni donna(o quasi); chi lo sogna in spiaggia, al mare, chi in montagna, chi in carrozza, chi a piedi, qualunque sia il vostro sogno  per far si che tutto fili per il meglio, basta seguire qualche “regola” e un elenco temporale da seguire.

Da qualche anno a questa parte si è vista sempre più presente la figura del wedding planner: tu dici, lei/lui propone, tu dai l’ok, lei/lui crea, tu paghi. Per carità non sono contro i wedding planner, ma secondo la mia esperienza si può organizzare un bel matrimonio  senza il wp, e non per forza arrivare esaurite al matrimonio. Ve lo dice una che ha organizzato il matrimonio da sola , ho pensato e creato da me molte cose come le wedding bag, il photoboots, il save the date, le partecipazioni, la macchina degli sposi… e vi posso assicurare che sono arrivata all’altare radiosa e felice, e forse sono stata la prima sposa al mondo a non dover far stringere il proprio abito,  per colpa del famoso  stress pre matrimonio.

Share

Matrimonio Wedding ideas: il Save The Date

Carissime future sposine, se volete essere cool e al passo coi tempi ecco un modo molto carino per annunciare in anticipo le vostre nozze: Il Save The Date, letteralmente “salva la data”. Una moda anglossassone e americana che sta prendendo passo anche in Italia. Non bisogna confonderlo con la partecipazione di nozze, che come ben sapete si spedisce o consegna agli invitati circa un mese e mezzo prima, ma è l’annuncio delle vostre nozze  (circa 9 mesi prima), un promemoria per i futuri invitati, in modo che i vostri amici e parenti possano prepararsi in largo anticipo alle vostre nozze.

Ma perchè fare un Save The Date?

Share