Coleslaw l’insalata di cavolo cappuccio crudo

Ecco a voi un’altra ricetta d’origine anglosassone facile da preparare e sfiziosa. Coleslaw o semplicemente slaw, è l’insalata a base di cavolo cappuccio crudo diffusa negli Stati Uniti d’America e in Inghilterra. Io la mangio ogni volta che vado a Londra, è un’insalata che viene servita per accompagnare piatti di hamburger che di solito non è mai servito da solo, ad esempio con coleslaw e patatine fritte..

Gli ingredienti base sono il cavolo cappuccio e le carote, tagliati entrambi molto sottili ai quali viene aggiunta una salsa o dressing.

Ingredienti:

  • cavolo cappuccio
  • carote
  • maionese 3 cucchiai
  • yogurt greco 150 gr
  • 1 cucchiaino abbondante di senape
  • 2 cucchiai di aceto bianco
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • sale
  • pepe
  • erba cipollina
Share

Yogurt greco, ricetta Tzatzichi e salsa semplice allo yogurt

Rispetto allo yogurt normale, lo yogurt greco si differenzia per il procedimento della sua produzione e per composizione; ovvero lo yogurt greco subisce un processo di filtrazione in più rispetto a quello normale, in modo da eliminare più siero possibile, questo procedimento dona allo yogurt greco più consistenza e cremosità.Lo yogurt greco è quindi  indicato nelle diete dimagranti sane come sostituzione di golosità, in quanto oltre a contenere meno siero, conteniene meno lattosio, meno sodio e meno zuccheri rispetto allo yogurt normale. Lo yogurt è da preferire nelle diete iposodiche perché contiene la metà del sodio contenuto in una vasetto di yogurt normale, circa 50 milligrammi per porzione. Rispetto allo yogurt normale quello greco contiene anche la metà dei carboidrati, da 5 a 9 grammi per porzione rispetto ai 13-17 grammi contenuti in quello normale. Lo yogurt greco contiene quasi il doppio delle proteine dello yogurt normale. La differenza calorica con quello normale è minima, mentre a livello di grassi quello greco ne contiene una percentuale maggiore, 4,5 grammi rispetto agli 1,5 di quello normale; questo non deve trarre in inganno perchè ricordiamoci che nelle diete dimagranti non bisogna eliminare i grassi sani, come quelli provenienti da latticini e pesce, basta non superare il 30% del fabbisogno calorico giornaliero proveniente dai grassi.

Dopo la doverosa presentazione dello yogurt greco e delle differenze con quello normale, più comune, ecco qualche suggerimento sul suo impiego in cucina: a colazione con frutta o muesli, per preparare un dolce al cucchiaio, in aggiunta agli impasti dei dolci in sostituzione del latte, per preparare gustose e leggere salsine di accompagnamento carne, pesce e verdure.

Share