Gennaio 5, 2016

Futuri sposi, consigli utili e qualche dritta per il matrimonio dei vostri sogni

By serena

Mancano pochi mesi alla stagione dei matrimoni 2016, maggio, giugno, luglio agosto e settembre i mesi preferiti dalle coppie per sposarsi. Dicono che ci si sposa sempre meno, guardando in giro anche su facebook, ho la sensazione che ciò che si dice sia falso. Il giorno del “nostro” matrimonio dovrà essere perfetto, è il sogno di ogni donna(o quasi); chi lo sogna in spiaggia, al mare, chi in montagna, chi in carrozza, chi a piedi, qualunque sia il vostro sogno  per far si che tutto fili per il meglio, basta seguire qualche “regola” e un elenco temporale da seguire.

Da qualche anno a questa parte si è vista sempre più presente la figura del wedding planner: tu dici, lei/lui propone, tu dai l’ok, lei/lui crea, tu paghi. Per carità non sono contro i wedding planner, ma secondo la mia esperienza si può organizzare un bel matrimonio  senza il wp, e non per forza arrivare esaurite al matrimonio. Ve lo dice una che ha organizzato il matrimonio da sola , ho pensato e creato da me molte cose come le wedding bag, il photoboots, il save the date, le partecipazioni, la macchina degli sposi… e vi posso assicurare che sono arrivata all’altare radiosa e felice, e forse sono stata la prima sposa al mondo a non dover far stringere il proprio abito,  per colpa del famoso  stress pre matrimonio.

Non sono una wedding planner, nè la proprietaria di location da favola che  sforna matrimoni come il pane, sono semplicemente una “sposina 2015” attenta e oculata (non amo buttare via i soldi) che ha organizzato il proprio matrimonio da sola, con un budget per ogni cosa, ho sacrificato qualcosa e per altre non ho badato a spese, come per il mio abito da sposa firmato Jenny Packham, per cui ho sforato un po’.

Per quanto riguarda i tempi vi consiglio sicuramente di organizzarvi almeno un anno prima; io e mio marito  abbiamo cominciato un anno prima questo ci ha aiutato sotto vari punti di vista: siamo arrivati senza stress all’altare, abbiamo potuto scegliere e decidere con calma i nostri fornitori, abbiamo avuto tempo per valutare preventivi e perchè no, questo ci ha aiutato anche a risparmiare su qualcosa.

Prima di partire con l’organizzazione ci siamo detti che non avremmo risparmiato su alcune cose: divertimento(musica,intrattenimento), cibo, location, e attenzioni per gli ospiti: pullman, albergo, coccole per gli ospiti… e non avremmo sperperato soldi  come ad esempio scegliere  bomboniere inutili solo per fare delle bomboniere…  dai commenti positivi, complimenti ricevuti sia quello stesso giorno che i giorni a venire da amici, parenti o semplicemente da persone che quel giorno sono venute in chiesa, dai sorrisi e la felicità sui volti dei miei cari, posso dire di aver realizzato il matrimonio che volevo e la soddisfazione che quel matrimonio fosse piaciuto a tanti è stata grande.

Con questa premessa posso ritenermi capace di dare qualche consiglio e dritta alle future spose, soprattutto idee su cosa potete fare da sole o farvi realizzare, su come fare delle scelte e sui tempi da rispettare.

Ecco, in ordine temporale, le tappe da seguire per l’organizzazione di un matrimonio e non arrivare stressate all’altare.

Cosa da fare almeno 12 mesi prima.

  1. Scegliere un periodo in cui sposarsi oppure una determinata data
  2. Decidere se sposarsi  con rito civile o in chiesa col matrimonio concordatario(che unisce il rito religioso e gli effetti civili)
  3. Scegliere la Chiesa, se non si decide di sposarsi nella chiesa della sposa, e verificare la disponibilità della data o la location dove avverrà il rito civile.
  4. Pensare a che tipo di matrimonio si vuol fare (in spiaggia, in giardino, un pranzo, una cena, buffet) lo stile(vintage, shabby chic, rustico, romantico, sofisticato…) e approssimativamente un tema a cui ispirarsi oltre allo stile.
  5. Stilare una prima lista invitati.
  6. In base a queste scelte iniziali, cominciare a visitare le location più adatte alle vostre esigenze.
  7. Confermare la data delle nozze, bloccando la data sia in chiesa/comune che nella location per il ricevimento.

matrimonio-chiesa-2

Dagli 12 ai 9 mesi prima.

  1. Pre annunciare il vostro matrimonio agli amici e parenti lontani, ma non solo anche a quelli vicini soprattutto se vi sposate in periodi di ferie. Potete farlo a voce oppure con un save the date, un’idea carina che arriva dall’America.
  2. Decidere i vostri testimoni e comunicarglielo.
  3. Scegliere le damigelle e i paggetti.
  4. Scegliere e decidere la mèta del vostro viaggio di nozze affidandovi a una buona agenzia di viaggi.
  5. Partecipare al corso pre matrimoniale, se non lo si è già fatti.
  6. Per la sposa cominciare a sfogliare riviste on-line per avere un’idea dell’abito.
  7. Cominciare a fissare appuntamenti con gli atelier che si è deciso di visitare.
  8. Rivedere la lista invitati.

save-the-date

Dagli 8 ai 6 mesi prima.

  1. Scelta del Fotografo.
  2. Scegliere e confermare la musica per il ricevimento, soprattutto se avete scelto qualcuno molto richiesto.
  3. Scegliere l’abito da sposa.
  4. Scegliere il fiorista e bloccare la data.
  5. Preparare i documenti per il viaggio di nozze (es. passaporto se necessario)
Abito da sposa Jenny Packham modello Dentelle- ph. by Nicola Todesca

Abito da sposa Jenny Packham modello Dentelle- ph. by Nicola Todesca

Dai 6 ai 4 mesi prima.

  1. E’ il momento di cominciare a informarsi per i documenti da consegnare al comune e in Chiesa per la promessa di matrimonio.
  2. Scegliere eventuale lista di nozze.
  3. Musica per la Chiesa.
  4. Auto sposi e altri mezzi di trasporto: pullman o auto per gli ospiti
  5. Eventuali alloggi per gli invitati che vengono da fuori.
  6. Partecipazioni di matrimonio.
  7. Bomboniere.
  8. Scelta del parrucchiere e della truccatrice.
  9. Eventuali intrattenimenti aggiuntivi: carretto gelato all’uscita della chiesa, ritrattista…

partecipazioni matrimonio faidate

Dai 3 mesi a un mese prima.

  1. Promessa di matrimonio
  2. Abito dello Sposo.
  3. Scelta delle fedi.
  4. Libretto della messa.
  5. Cominciare a preparare o farsi preparare eventuali gadgets: ventagli, wedding bag
  6. Rivisitare la location e comunicare lo stile e gli addobbi.
  7. Animazione bambini.
  8. Consegnare o far recapitare le partecipazioni agli invitati.
  9. Prenotare trattamenti di bellezza.
  10. Puliza denti.

Un mese prima

  1. Prova trucco e parrucco.
  2. Ultime prove abito da sposa e da sposo.
  3. Decidere la lingerie e i gioielli da indossare.
  4. Ricordarsi che la sposa deve indossare: una cosa nuova, una cosa vecchia, una cosa prestata, una regalata e un tocco di blu.
  5. Fare un giro di telefonate a tutti i fornitori, soprattutto quelli bloccati da tempo
  6. Scegliere gli addobbi floreali in chiesa

addobbi floreali matrimonio

Una settimana prima

Ultimo sforzo ma se ti organizzi bene potrai ritagliarti dei momenti di relax, soprattutto la vigilia. Ormai il gran giorno è vicino.

Ecco l’ultima to do list”:

  1.  Ritirare gli abiti e le bomboniere.
  2. Ritirare i biglietti per il viaggio (se è una lista regalo, solitamente viene chiusa dopo le nozze per attendere eventuali ritardatari).
  3. Pagare i diritti SIAE per la musica al ristorante.
  4. Confermare il numero degli invitati a secondo degli usi del ristorante che avete scelto.
  5. Consegnare quindi il tableau per la disposizione dei tavoli.
  6. Pensare a confettata e pasticcini per il rinfresco a casa.
  7. Preparare l’offerta per la chiesa e i compensi per il coro e i musicisti.
  8. Consegnare i libretti per la chiesa, le eventuali wedding bag al fioraio e le fedi ai testimoni
  9. Preparare e consegnare alla location  le cose che vi serviranno il giorno dopo, se dormite li,
  10. Consegnare le bomboniere alla location.
  11. Preparare le valigie per il viaggio di nozze, se si parte subito.
  12. Preparare un kit di emergenza Sposa.

IMG_3576

Secondo la mia esperienza e ciò che ricordo dei miei preparativi, non dovrei aver dimentato nulla…in ogni caso se non avete idee su come e dove iniziare, non sapete come e dove trovare i fornitori giusti, vi consiglio di partecipare alle fiere sposi che vengono organizzate in quasi tutte le province d’Italia.

E come dissi a qualcuno:mi sono sposata a 37 anni, in modo da evitare gli errori dei matrimoni a cui ho partecipato.

 

Share